Boris Savoldelli Trio, con Boris Savoldelli, Marco Remondini e Stefano Zeni in “Mutanti Musicali”

Ad inaugurare le JAZZ NIGHTS il 1° agosto l’esibizione del Boris Savoldelli Trio, il progetto capitanato da Boris Savoldelli, celebre vocal performer definito dalla stampa musicale “voce orchestra”, che unisce le sue eclettiche doti canore al violino di Stefano Zeni ed al violoncello di Marco Remondini, in un viaggio sonoro dal titolo “Mutanti Musicali”, fatto di citazioni classiche, jazz, pop, rock, fino ad arrivare alla world music.

IL GRUPPO:

2, 3, 4 e infinito…cioè?
2 sono le corde vocali che sottendono al processo di fonazione, 3 sono i componenti di quest’inedito ed originalissimo trio, 4 sono le corde che generano il suono del violino e del violoncello… e infinito il numero di combinazioni e timbri possibili se si mettono insieme musicisti straordinari e poliedrici come questi che si divertono a giocare tra loro e con l’elettronica.
È proprio questo il senso del progetto che vede insieme sul palco, per la prima volta, la voce orchestra (come viene definita dalla stampa musicale di mezzo mondo) di Boris Savoldelli, il cangiante violino di Stefano Zeni e l’incredibile musicalità del violoncellista Marco Remondini.
Un progetto certamente desueto ed originale, dove gli ascoltatori vengono catturati da un vortice sonoro che, in poche battute, è in grado di farli viaggiare nel passato, cullati da splendide atmosfere barocche e, subito dopo, catapultarli nel futuro più remoto con sonorità elettroniche originali e di sicuro effetto.
Strumenti classici per antonomasia: il violino, il violoncello e la voce, che si trasformano e mutano vicendevolmente in un tripudio musicale di citazioni classiche, pop, jazz, rock e world music. Un universo sonoro nuovo ed originale che non può non entusiasmare gli appassionati di musica di ogni età.